Promozione Umana

X un sì alla vita

Morale - La fragilità psichica

« back Notizie | Pensaci Su...

FRAGILITA

La fragilità psichica 

 

Ragazzi e ragazze, può capitare che il vostro umore si abbassi fino a produrre i sintomi tipici della depressione: apatia, perdita di senso, pessimismo, debolezza, demotivazione, disturbi alimentari: In questi casi si pensa subito a cause concrete: è successo qualcosa di brutto? Una perdita, una separazione, un cambiamento? Se non emerge nulla, di solito si ipotizza qualche squilibrio neuro-chimico di natura non specificata e, nella maggior parte dei casi, si ricorre agli psicofarmaci, che possono anche riportare la persona, per un po’, a stare bene (o quantomeno meglio), fino a quando l’umore crolla di nuovo, senza alcuna spiegazione. È a quel punto, cari amici, che si rischia di cadere in un vortice di diagnosi psichiatriche che possono andare dalla depressione ricorrente, alla ciclotimia, alla depressione bipolare, e si rischia di essere diagnosticati e trattati per patologie inesistenti.

La perdita delle energie     

 Mi ha chiesto Giulio, un giovane di ventidue anni, che cosa significasse “depressione energetica”. Questo tipo di depressione sfugge spesso, sia alle diagnosi psichiatriche sia a quelle psicologiche, anche se, purtroppo, è la forma di disagio più diffuso. Si tratta di un abbassamento neuropsichico, oltre una certa soglia, diversa da soggetto a soggetto, che innesca uno stato depressivo, in modo a volte lieve, a volte marcato, ma sempre con una deflessione umorale che influenza, almeno in parte, le attività quotidiane. È come se le energie vitali fossero svanite e la persona, appena le si presentano davanti le normali difficoltà della vita (studio, lavoro famiglia, preoccupazioni) non si sentisse in grado di affrontarle, cadendo in uno stato di prostrazione. La perdita delle energie neuropsichiche, in voi ragazzi e ragazze, è una delle cause della dipendenza dall’alcol, dalle droghe, dal gioco compulsivo. Perdete l’identificazione, allontanate momentaneamente i problemi e le vostre scelte e i comportamenti non sono coscienti, responsabili. Ma dove sono finite le energie? 

Recupero delle energie

Le energie neuropsichiche certamente sono conservate e recuperate attraverso una sana e adeguata nutrizione e un riposo sufficiente. Sappiamo quanto sia importante, per il recupero dell’energia mentale complessiva, una vita motivata che dà piacere, gioia. Provate, cari amici, a fare una gita in alta montagna, arrivando a un rifugio isolato. Alzatevi di buon mattino e camminate per un’ora tra i prati, i boschi, i parchi. Trovatevi con gli amici a dialogare, sorridere, scaricare l’accumulo delle tensioni. Insomma, uscite da quella stanza di casa che rischia di diventare il vostro sarcofago! Quante nuove sensazioni! Si termina una giornata e mentre ci si mette il pigiama è bello poter dire: “Sono stanco ma felice”. Sono stanco perché ho provato, nella giornata, un misto di fatica fisica e intellettiva e ora provo sensazioni di gioia della mia mente e del mio corpo per lo sforzo fatto e i risultati ottenuti.